DIGITAL READINESS ASSESSMENT

Il Digital Innovation Hub inoltre, attraverso il Digital Readiness Assessment, identifica il livello di digitalizzazione dell’impresa misurandone la maturità digitale in tutti gli ambiti in cui opera.

In Piemonte il comparto manifatturiero rappresenta il 20,6% del Pil, e le aziende della regione hanno già avviato il processo di trasformazione verso l’industria 4.0 con investimenti che proseguiranno anche nel futuro. L’89,5% degli imprenditori piemontesi è disposto a investire nei prossimi anni parte del fatturato per rendere la propria azienda “intelligente”, tuttavia tali attese si scontrano con importanti fattori di rallentamento dell’implementazione del digitale. Al primo posto si colloca la mancanza di competenze interne adeguate, da investimenti troppo alti, dall’assenza di una chiara visione del top management e dalla mancanza di adeguate infrastrutture tecnologiche.

In questo contesto, caratterizzato da aspetti contrastanti che vedono da un lato maturare la sensibilità delle aziende verso le problematiche poste dall’innovazione digitale e dall’altro emergere dei fattori di resistenza spesso inespressi, si pone la funzione delle azioni di digital check, quale strumento di incentivazione e di accelerazione di un processo di innovazione che, altrimenti, sarebbe più lento e contrastato.

Lo strumento utilizzato dal DIHP, il Digital Readiness Assessment (DRA), comprende un’intervista strutturata ai vertici aziendali sia di PMI che di grandi aziende, unita ad un lavoro di back office in cui si valuta la situazione iniziale dell’azienda e si caratterizzano criticità ed opportunità, concludendo con la stesura di un report che viene infine presentato all’azienda, in modo da puntare al miglioramento dei prodotti e dei processi e dar spazio alla generazione di nuovi modelli di business.

Le attività si svolgono nell’arco di quattro giorni: due giorni di visita, mappatura ed assessment, un giorno di realizzazione della reportistica e un giorno di presentazione della reportistica presso l’azienda intervistata.

Il DRA valuta in modo oggettivo:

  1. La maturità dei processi aziendali e del sistema informativo a supporto di essi;
  2. La cultura aziendale e le competenze interne;
  3. Il modello di business utilizzato.

Le aree aziendali scelte per la valutazione della maturità dei processi aziendali sono le seguenti: Progettazione, Produzione, Logistica, Qualità, Manutenzione, Marketing, Risorse Umane, IT.

Quest’ultima, strategica per il cambiamento digitale, è presente nel questionario in maniera trasversale in tutte le altre aree citate, in modo da avere gli elementi necessari a ricostruire il sistema informativo della fabbrica.